MUSICOTERAPIA

Moltissime persone si chiedono quanto la musica- e quale- piaccia ascoltare al proprio cane e se questa può avere degli effetti sul suo comportamento.

Oggi gli scienziati hanno saputo dare una risposta a ciò che in parte era stato già rilevato da molto famosi musicisti che amavano comporre in compagnia del loro pet.

LA MUSICA AD HOC PER FIDO

Far ascoltare al cane la musica può essere di ausilio in moltissime situazioni. Occorre però fare attenzione su quale musica scegliere. Secondo gli studiosi, non tutti i tipi di musica avrebbero però lo stesso effetto sul cane.

Determinate musiche come il rap, il metal e la musica da discoteca farebbero agitare e abbaiare il cane.

In generale i cani tendono ad essere infastiditi dagli strumenti a percussione, perché evocano rumori forti di cui spesso hanno paura. La musica classica, invece, avrebbe diversi effetti positivi sul cane: ne ridurrebbe l’ansia e lo stress regolarizzandone la frequenza cardiaca. Pensate che secondo uno studio recente, condotto all’Università di Glasgow, la musica classica, in particolar modo “Le quattro stagioni di Vivaldi”, potrebbe ridurre i disagi di ansia da separazione e di iperaggressività su base stressogena e sarebbe da utilizzare in caso di patologie comportamentali!

MUSICA CLASSICA SIN DAI PRIMI GIORNI DI VITA

Far ascoltare al cane, così come al bambino, la musica classica sin dai primi giorni di vita, durante l’allattamento, può essere utile per il futuro benessere psico-fisico dell’animale. Associare una certa sinfonia al momento dell’allattamento può avere non solo effetti positivi sulla madre e  sull’intera cucciolata, ma potrà essere utilissimo per quando il cane sarà adulto. Una determinata musica associata ad un momento così piacevole richiama alla mente del cane un ricordo positivo e ciò potrà essere utile per superare, in futuro, quelle situazioni che determinano ansia, agitazione e stress nel pet.

L’EFFETTO RILASSANTE DELLA MUSICA CLASSICA

In seguito alla pandemia da Covid-19, è stato possibile riscontrare in molti cani stati depressivi acuti e ansiosi dettati da cambiamenti improvvisi delle abitudini che hanno stravolto la vita degli animali. In tutti questi casi la musica classica ha sicuramente un effetto positivo ed è consigliabile, se il pet non è già abituato a questo ascolto, farglielo fare la sera prima di andare a dormire, in un ambiente tranquillo che favorisca lo stato di calma. E’ consigliabile aumentare gradualmente il tempo di ascolto in presenza del proprietario, così da poter massimizzare i benefici quando il pet sarà solo in casa.