In spiaggia, in albergo, in treno o in auto… Cosa occorre sapere quando si parte per le vacanze con il proprio cane? È il migliore amico dell’uomo, in città, a casa, ma anche in vacanza. E allora è bello partire tutti insieme: ecco le dieci cose a cui prestare attenzione.

 

1.    Partiamo! I consigli generali

La strategia migliore è quella di iniziare da quando è cucciolo a portarlo con te in vacanza, così si abituerà a mezzi di trasporto e alla novità ed emozione del viaggio. Quando sei in villeggiatura, l’ideale è di non stravolgere le sue abitudini e di mantenere i suoi orari dei pasti e delle passeggiate. In generale, attenzione al caldo e alle lunghe esposizioni al sole e fai sì che abbia sempre da bere.

 

2. Cosa metto in valigia? 

Scrivi una piccola lista delle cose di cui ha bisogno il tuo cane anche in vacanza. Non scordare il libretto sanitario, i suoi prodotti specifici per l’igiene e la salute, una buona scorta del suo cibo preferito e qualche oggetto e giochino a lui familiare. Per rispettare le regole, è bene essere muniti di paletta e sacchettini, di guinzaglio ed eventuale museruola da tenere sempre con sé.

 

3. Per chi sceglie di andare all’estero

E’ necessario avere il passaporto del cane aggiornato: un documento rilasciato dall’azienda sanitaria locale dove vengono indicate vaccinazioni, numero del microchip (obbligatorio dal 2011), dati anagrafici, trattamenti medici obbligatori. Sempre meglio controllare comunque le leggi del Paese in cui vai: in Europa per esempio, Irlanda, Svezia, Gran Bretagna e Malta hanno regole diverse dagli altri stati membri.

 

4.  Tutti a bordo… dell’auto

Hai scelto di spostarti in auto verso la tua destinazione: meglio dare da mangiare al cane almeno 8 ore prima della partenza e, se possibile, evitare i viaggi troppo lunghi. Fai qualche pausa per permettergli di sgranchirsi le gambe e fare i suoi bisogni e porta sempre con te l’acqua. Ricorda di tenere legato il cane con l’apposito guinzaglio di sicurezza o di farlo accomodare in un trasportino.

 

5. Un viaggio in treno

Molte volte i cani di piccola taglia viaggiano gratis o possono usufruire di tariffe agevolate, per questo è bene controllare in fase di prenotazione le regole sul sito delle ferrovie.

 

6. Prova di volo

Il viaggio in aereo è una grande emozione per il tuo cane, quindi prima ancora di prenotare il biglietto parlane al veterinario. Ogni compagnia aerea poi ha regole differenti sul trasporto dei cani: solitamente quelli di piccola taglia possono viaggiare in cabina insieme ai padroni, negli appositi trasportini.

 

7. Una traversata in nave

In generale, sui traghetti è possibile viaggiare con cani di ogni taglia, muniti di guinzaglio

e museruola. Molte navi offrono ormai cabine in cui è consentito l’accesso dei cani, mentre altre propongono speciali alloggi dove far passare loro la notte. I cani invece non viaggiano sulle navi da crociera.

 

8. La scelta dell’albergo

Nel nostro Paese, così come all’estero, sono aumentate le strutture dove gli amici a quattro zampe sono i benvenuti, soprattutto tra gli agriturismi e i campeggi. In rete si trovano diversi portali che le segnalano. In fase di prenotazione, ricordati di segnalare la razza del tuo cane alla struttura in cui stai per recarti.

 

9. Tutti in spiaggia!

Le spiagge pet friendly, dove i quattro zampe sono amati e accolti, si trovano lungo tutto il litorale italiano. Si tratta di strutture adeguate ai loro bisogni e al loro divertimento. Scopri quali sono le strutture petfriendly più vicine alla tua località di vacanza.

 

 

10. Attenzione al caldo!

 

Non dimenticare di applicare al tuo cane delle pomate specifiche per i cuscinetti poco prima di uscire e andare sulla spiaggia o se dovete fare passeggiate sull’asfalto caldo. Ricorda che durante l’estate il terreno, la sabbia o l’asfalto possono diventare bollenti!

Se sta più tempo al sole, applicagli una crema solare specifica per cani nelle zone glabre.

Lascia sempre acqua a disposizione al tuo cane e lascialo al fresco in casa.

Quando viaggi in automobile misura sempre la temperatura interna dell’abitacolo.

Fai molta attenzione ai COLPI DI CALORE!